< Avvocato a tutela dei minori, quando è necessario il suo intervento? Di cosa si occupa? | Scrivi e Guadagna - Web Marketing News

Home » Lavoro

Avvocato a tutela dei minori, quando è necessario il suo intervento? Di cosa si occupa?

24 aprile 2020Autore: admin 70 views Nessun commento

L’avvocato a tutela dei minori è un professionista esperto nelle tematiche familiari che si occupa di tutelare l’interesse superiore e prevalente del minore, agendo per far valere i suoi diritti e i suoi interessi.

Si tratta di un tema che fa parte del diritto di famiglia, in cui il ruolo dell’avv. tutela minori è fondamentale per far in modo che il avvocato minoriminorenne sia assistito nel miglior modo.

L’avvocato dei minori deve assistere e difendere il minore durante il processo, non essendo ancora capace d’agire e di far valore autonomamente i propri interessi.

La sua funzione è molto importante, poiché agisce o resiste in giudizio, al fine di tutelare i diritti del minore, nel rispetto del principio del contraddittorio e di tutte le garanzie che sono riservate ai minorenni all’interno dell’ordinamento.

Quando il minore o per chi ne esercita la tutela legale, viene chiamato in giudizio, deve essere nominato un avvocato, questo vuol dire che il professionista deve rappresentare e assistere direttamente il minore nei vari procedimenti processuali e anche, indirettamente, difendere i genitori o il curatore speciale nominato in qualità di rappresentante del minore.

Quando interviene l’avvocato nei procedimenti che riguardano il minore?

L’avvocato a tutela dei minori viene chiamato a rappresentare il minore a giudizio nei procedimenti relativi :

  • alla limitazione o decadenza dalla responsabilità genitoriale;
  • alla dichiarazione di adottabilità, dei minori abbandonati dai loro genitoriale;
  • alla sussistenza di un conflitto d’interesse, incorso tra genitori e prole minore.

Nei primi due casi, l’avvocato viene nominato d’ufficio, poiché si tratta d’ipotesi in cui l’assistenza legale è obbligatoria, mentre nel secondo caso, la decisione spetta alla valutazione del giudice tutelare.

Cosa vuol dire essere un avvocato che tutela un minore?

Essere un avvocato a tutela del minore vuol dire saper valutare se in determinate circostanze e, ad esclusivo interesse del minore, al fine di garantirgli una crescita sana ed equilibrata, sia necessario richiedere l’allontanamento dal genitore o intervenire cercando di rafforzare il legame genitore/figlio.

Un bravo avvocato del minore sa ascoltare le sue esigenze, sa rapportarsi con lui e comprende pienamente di cosa ha bisogno. È in grado di trovare la migliore soluzione per tutelare i suoi interessi, cercando di garantirgli il legame con la propria famiglia.

Un avvocato a tutela del minore deve raccogliere tutte le informazioni che lo riguardano da quelle persone con cui ha legami, queste servono a comprendere pienamente il quadro generale dell’ambiente familiare  in cui vive e si rapporta.

Insomma, non deve agire solo da tecnico ma deve anche studiare accuratamente le dinamiche familiari in modo da comprendere lo stato d’animo generale ma, soprattutto, quello del minore.

In conclusione, un buon avvocato che lavora per tutelare un minore non deve puntare solo all’ottenimento dei migliori risultati ma, deve, prima di tutto garantire l’interesse dello stesso e mettere in campo tutte le sue conoscenze legali e la sua umanità per assicurargli il supporto adeguato.

{lang: 'it'}

 

Autore: admin

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, oppurre linka questo articolo dal tuo sito.

Vi preghiamo, solo commenti seri e puliti, NO spam, grazie!

 

Copyright © 2011/12 - Powered By Siti Web Lucca