< Scrivi e Guadagna – Web Marketing News » Blog Archive Pubblicità Seo, ecco come funziona. - Scrivi e Guadagna - Web Marketing News

Home » Informatica e Internet

Pubblicità Seo, ecco come funziona.

22 giugno 2014Autore: giuseppeleo 1.591 views Nessun commento

Il Seo sta prendendo il sopravvento sulla comune pubblicità, eppure quella che continua ad essere una piccola difficoltà, forse l’unica in questo ambito è la comprensione di chi i risultati poi li dovrà vedere. I tempi sono lunghi, sia per lo svolgimento del lavoro sia per il riuscire finalmente a notare i risultati.

C’è da specificare un particolare, non si risolve niente accelerando i lavori e portando il tutto ad uno svolgimento veloce. Anzi si rischia semplicemente di perdersi nella giungla dei risultati di Google e di non vedere mai i risultati. È un lavoro che va fatto con una certa lentezza in quanto gli articol marketing devono intrufolarsi e soprattutto devono essere forniti di una parola chiave adatta, altrimenti nessuno li troverà mai.

In questo modo avrà un certo potenziale, per quanto riguarda la possibilità di essere trovato online. Un articolo deve apportare contenuti nuovi o quanto meno informazioni utili, altrimenti si rischia che nessuno lo condivida mai, in quanto sarà ritenuto poco utile per chi lo sta leggendo.

Consigli utili al riguardo lì da anche Seo Ferrara il quale scende nei dettagli, specificando l’utilizzo in determinati campi. Quindi è bene ricordare che i contenuti che siano solo di qualità hanno valenza relativa, devono essere rintracciabili sul motore di ricerca. E lo possono essere attraverso una serie di elementi, in primo luogo delle giuste keyword.

Insomma vanno seguite delle fasi che sono indispensabili per la riuscita dello scopo. In primo luogo un titolo che sia accattivante, originale e che stimoli la curiosità del lettore. E sopratutto, cosa che lo distingue da quelli di scarso valore, che il titolo rispecchi realmente ciò che poi il testo riporterà.

Una maggior credibilità poi all’articolo è dato di sicuro da, almeno uno massimo due inserimenti di link che riportano a pagine esterne, questi fanno da supporto o anche da garante a ciò che in esso è scritto.

Ad aprile, altri utili consigli al riguardo sono stati dati da Matt Cutts, in merito a quelli che potevano essere i miti da sfatare sul mondo Seo. Il capo del dipartimento anti-spam di Google si è così espresso sulle attività degli algoritmi, realizzati per fornire agli utenti risultati di qualità e non spazzatura.

Gli ha persino raggruppati, chiarendo molti dettagli. Il primo è proprio quello legato all’annuncio pubblicitario. Senza un corretto testo, un testo che apporti nuovi contenuti sul web ciò non ha più senso e diventa secondo Cutts solo e semplicemente una grande diceria. D’altronde ciò serve ad invogliare i lettori del web a svolgere altre ricerche.

Ecco quindi perché l’importanza dello strutturare il tutto per il meglio, perché un utente che è contento e soddisfatto delle proprie ricerche tornerà a farne altre o andrà a fondo in quelle che sta svolgendo. Specifica in merito agli annunci che se esso è ben fatto sarà inevitabilmente ben cliccato.

Ha continuando poi sfatando molti altri miti, in merito al ranking e al suo miglioramento. Insomma tutti miti che magari per certi versi sono anche reali ma non sono da prendere al 100% altrimenti è un bene sfatarli.

{lang: 'it'}

 

Autore: giuseppeleo

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, oppurre linka questo articolo dal tuo sito.

Vi preghiamo, solo commenti seri e puliti, NO spam, grazie!

 

Copyright © 2011/12 - Powered By Siti Web Lucca