< Le nuove proposte della Regione Campania. | Scrivi e Guadagna - Web Marketing News

Home » Auto e Moto

Le nuove proposte della Regione Campania.

16 aprile 2014Autore: giuseppeleo 976 views Nessun commento

In Italia sono ben poche ormai le cose che funzionano bene e una di queste pare essere lo svolgimento di una cultura stradale più sensibile e più sicura. Un esempio è il nuovo progetto presentato alla Motorizzazione Civile, mirato alle scuole superiori e ai soggetti più delicati per le strade, come i guidatori delle due ruote e i pedoni.

La lezione che a prescindere dal progetto, gli automobilisti dovrebbero tenere bene a mente è quella di fidarsi solo di carrozzerie che fanno bene il proprio mestiere. Va visto infatti il lavoro della carrozzeria nel canavese.

Tale progetto prevede svariate linee strategiche, fra cui il “rafforzamento della sensibilità e della consapevolezza in termini di sicurezza stradale di particolari categorie di utenti”, quindi i giovani nelle scuole, ma anche gli over 60, i pedoni e tutti coloro che guidano le due ruote, siano esse con motore che senza, quindi le classiche biciclette.

Questi verranno coinvolti in vere e proprie attività formative in modo da analizzare le percezioni del rischio di ogni tipologia di individuo, in base alla sicurezza della strada. In modo da studiare l’evoluzione di tale percezione in base all’età biologica. Affrontando con una certa delicatezza tutti gli aspetti che coinvolgono la sicurezza stradale, ovvero gli aspetti medici, psicologici, sociologici e ovviamente i vari aspetti tenici legati alla conoscenza di quelle che sono di tutte le norme della circolazione.

Addirittura si verrà anche a partecipare a prove di guida, in modo da stabilire le proprie abilità di guida. Ma questo progetto andrà anche incontro a tutti gli extracomunitari, fondamentale se pensiamo che sono in tanti a guidare sulle nostre strade e che quindi vanno informati di tutte le regole e le norme per la sicurezza stradale.

Ad essi verranno fornite infatti le giuste informazioni, per guidare sul nostro territorio, sulle norme della circolazione. Ma attenzione, i così detti soggetti deboli, sono ovviamente anche i giovanissimi, quella fascia d’età compresa fra i 18 e i 25 anni. La dove la spregiudicatezza della giovane età può portare inconsapevolmente a raggiungere dei limiti della sicurezza, molto rischiosi.

Di fatto a questa fascia d’età, corrispondono non solo giovani patentati di mezzi a quattro ruote ma anche a due, che siano essi a motore o senza, come le biciclette, la dove, su buona parte del territorio italiano non vi sono aree adatte e sicure per i ciclisti. Di fatto un’ulteriore linea strategica per il programma esposto è “l’attività di sensibilizzazione e comunicazione”.

Gli studenti qui sono sensibilizzati tramite web, grazie a video e cosial network, con vere e proprie olimpiadi della sicurezza stradale, sono anche previsti incontri Open Space Technology, i quali riguarderanno alcune specifiche tematiche, ovviamente sempre legate alla mobilità sicura.

Sia chiaro che le attività previste, continueranno anche in seguito al Forum stabilito, quindi almeno fino alla fine del 2014, proprio per evitare che tutto il lavoro progettato finisca nel dimenticatoio, diventando così nullo. Le iniziative saranno svolte, principalmente in determinate città, scelte esse dagli indicatori specifici che sono il grado di incidentalità, il danno sociale e la partecipazione ai diversi bandi regionali, proprio sulla sicurezza stradale.

Secondo il programma parliamo di ben 64 Comuni coinvolti, 100 scuole superiori, con un totale di bene 10.000 studenti partecipanti e la bellezza di 180 docenti. Ma anche di ben 2.000 genitori, 100 studenti universitari e persino 30 artisti della street art, o meglio conosciuti come graffitari. 

{lang: 'it'}

 

Autore: giuseppeleo

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, oppurre linka questo articolo dal tuo sito.

Vi preghiamo, solo commenti seri e puliti, NO spam, grazie!

 

Copyright © 2011/12 - Powered By Siti Web Lucca