< Lavorazione lamiere: processo di imbutitura | Scrivi e Guadagna - Web Marketing News

Home » Settore edile

Lavorazione lamiere: processo di imbutitura

24 gennaio 2020Autore: admin 88 views Nessun commento

L’imbutitura lamiere è un’operazione di piegatura attraverso la quale una lamiera viene deformata plasticamente con lo scopo di farle assumere una forma scatolare, cilindrica o a coppa. L’ imbutitura lamiere consente di realizzare oggetti caratterizzati da profonde cavità come le lattine metalliche, le pentole e altri contenitori.

La forza totale di imbutitura è ottenuta dalla somma della forza necessaria a deformare il metallo e quella della forza per vincere l’attrito tra metallo e matrice. Il lavoro di imbutitura è il risultato della forza di imbutitura e l’altezza del pezzo da imbutire.

La tecnica di l’imbutitura lamiere

Il processo di imbutitura lamiere si esegue attraverso l’impiego di un punzone che spinge la lamiera all’interno di una matrice.imbutitura lamiere

L’imbutitura si può ottenere tramite lavorazione su tornio. Si pone la lastra tra contropunta e matrice rotante ad alta velocità. La lastra viene fatta aderire al modello per mezzo di un utensile a tampone, opportunamente spinto e lubrificato.

Fattori che influiscono sull’imbutitura lamiere

Per una buona riuscita dell’imbutitura lamiere è fondamentale la copresenza di diversi fattori, vediamoli:

  • Un’adeguata esecuzione della tecnica utilizzata
  • Il materiale
  • La scelta del lubrificante

Il materiale

Il materiale sottoposto alla lavorazione che deve essere particolarmente duttile come i metalli dolci, questo perché le fibre interne alla lamiera devono potersi deformare.

Se si paragonano due lamiere dello stesso spessore, la lamiera composta di materiale poco duttile potrebbe non superare il primo passaggio dell’operazione di imbutitura, mentre la lamiera di materiale duttile sarà senz’altro in grado di sopportare in modo ottimale le diverse fasi del processo.

Il materiale ha quindi una considerevole influenza su tutto il procedimento, per questo è consigliabile, prima di procedere con la lavorazione, eseguire sempre delle prove per verificare l’idoneità del materiale, prove denominate, appunto, prove di imbutitura lamiere.

La prova di imbutitura

La prova di imbutitura è l’operazione tramite la quale una lamiera metallica piana è portata con la forza ad assumere una certa forma, sfruttando la sua duttilità ossia la sua proprietà a lasciarsi deformare permanentemente a freddo. Questa prova è fondamentale per la valutazione della plasticità di un materiale.

La prova di imbutitura consiste nel determinare la profondità che può raggiungere una lamiera di un determinato spessore, all’insorgere della prima fessura, nel momento in cui viene spinta da un punzone di acciaio duro in un foro a sezione circolare. La prova rivela dunque la maggiore o minore plasticità del materiale.

Il lubrificante

Altro elemento importante per un buon risultato di imbutitura lamiere è la scelta del lubrificante. Per poter ottenere da una lastra un oggetto imbutito è necessario forzare il materiale per deformare le fibre cambiandone la disposizione e facendo in modo che assumano la nuova forma.

Per scongiurare il rischio di rotture a causa del forte attrito, tutte le superfici della lamiera che andranno a contatto con lo stampo devono essere perfettamente lubrificate (con un buon lubrificante).

Con il giusto lubrificante viene garantita anche una maggior durata nel tempo dello stampo.

{lang: 'it'}

 

Autore: admin

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, oppurre linka questo articolo dal tuo sito.

Vi preghiamo, solo commenti seri e puliti, NO spam, grazie!

 

Copyright © 2011/12 - Powered By Siti Web Lucca