< L’altro volto dell’isola di Pag: storia e città da visitare | Scrivi e Guadagna - Web Marketing News

Home » Viaggi e Vacanze

L’altro volto dell’isola di Pag: storia e città da visitare

7 febbraio 2018Autore: admin 157 views Nessun commento

Se dovessimo identificare una caratteristica che differenzia l’ isola di Pag dalle altre isole della Croazia, sicuramente sarebbe il suo meraviglioso paesaggio e le sue forme. Il modo in cui gli elementi della natura hanno giocato per secoli sull’isola ha lasciato un segno che è semplicemente incredibile.

L’isola di Pag, un arcipelago a nord della Dalmazia, tra il Kvarneric e il canale di Velebit, ha 300 chilometri di costa frastagliata ricca di baie, promontori, insenature e, naturalmente, belle spiagge.

I forti venti, di cui il più forte è la “bura”, hanno creato un paesaggio raro in alcune parti dell’isola, come se fosse la superficie lunare. Oltre ai pini e ai bassi cespugli aromatici che nutrono le pecore dell’isola e conferiscono il loro tipico sapore speziato al famoso formaggio di Pag, non c’è praticamente altra flora.

E questa è solo una parte della storia dell’isola esotica di Pag, ricca di luoghi interessanti, piccoli porti e spiagge. In ciascuna delle sue zone, i turisti sono accolti con una calda ospitalità che li farà ricordare i momenti trascorsi lì per molto tempo.

Tra i prodotti tradizionali dell’isola, oltre al famoso formaggio di Pag, potete trovare anche sale marino, pizzi, agnello, costumi tipici tradizionali e paška žutica, un vino bianco tipico dell’isola di Pag.

La sua gastronomia è ricca di piatti autentici e naturali. Questi sono alcuni dei prodotti che sicuramente vale la pena di degustare: carne di agnello, formaggio, prosciutto, pesce, lumache, acciughe, asparagi, uva, miele di salvia, vino, grappa, la Saur (pesce salato) e baškotini: biscotti aromatici e croccanti fatti dalle suore.

Pag, landscapes in Croatia

In passato, Pag era abitata dalla tribù chiamata Liburnios. Tuttavia, all’inizio del primo secolo i Romani costruirono un sistema di fortificazioni per difendersi da questa tribù.

Più tardi, durante il Medioevo, Pag era spesso teatro di frequenti scontri tra gli abitanti dell’isola di Rab e quelli di Zara.

Dal 1409 al 1797, Pag fu sotto il dominio della Repubblica di Venezia, per poi condividere lo stesso destino del resto della Dalmazia, sotto il dominio austriaco. Dopo l’occupazione italo-tedesca del 1941 cadde sotto il dominio italiano, poi fu occupata dai tedeschi e solo nel 1945 fu annessa alla Croazia.

Oggi, i principali insediamenti dell’isola di Pag sono: la città di Pag, Dinjiska, Kolan, Kosljun, Mandre, Miskovici Novalja Povljana Simuni, Stara Novalja, Varsan e Vlasici.

Vediamo insieme alcune delle città dell’isola di Pag

Città di Pag

Abitata fin dalla preistoria, la città di Pago è diventata il bellissimo centro di un’interessante area urbana, con torri e fortezze che proteggono il suo ricco patrimonio culturale.

Dinjiska

Dinjiska si trova nella parte sud-orientale dell’isola di Pag, collegata alla terraferma da un ponte e da frequenti linee di traghetti. Dinjiska è circondata da vigneti e campi fertili, il che significa che è possibile degustare in zona ottimi formaggi e vini.

Kolan

Kolan è un posto all’interno dell’isola di Pag, situato su una collina che domina una valle fertile a 9 km a sud est di Novalja, è famosa per le sue trattorie che offrono specialità come il vino, agnello e formaggi locali.

Kosljun

Kosljun, un piccolo porto su un’insenatura naturale sul lato sud dell’isola di Pag, è immerso nell’ombra di pini secolari, un luogo di riposo ideale per gli amanti della natura incontaminata.

Novalja

Novalja, una città nel nord dell’isola di Pag, è famosa per i suoi pizzi e formaggi. Goditi le tue giornate in una delle sue incantevoli spiagge, considerate le più belle dell’isola. Di notte, completa la tua avventura nei locali vicini nella famosa spiaggia di Zrce, dove si affollano disco club e feste per tutto il giorno.

 

{lang: 'it'}

 

Autore: admin

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, oppurre linka questo articolo dal tuo sito.

Vi preghiamo, solo commenti seri e puliti, NO spam, grazie!

 

Copyright © 2011/12 - Powered By Siti Web Lucca