< La canapa sativa conosciuta come cannabis legale, cos’è e quali sono i suoi benefici | Scrivi e Guadagna - Web Marketing News

Home » Un po' di tutto!

La canapa sativa conosciuta come cannabis legale, cos’è e quali sono i suoi benefici

7 maggio 2020Autore: admin 66 views Nessun commento

La canapa sativa, conosciuta come cannabis legale, è una pianta che appartiene alla famiglia delle cannabinacee, la sua altezza può superare i 7 metri e le sue radici possono arrivare fino a 2 metri di profondità.

La canapa sativa è disponibile in due versioni: la dioica e la monoica. La prima si divide in versione maschile e femminile, la seconda canapa sativainclude entrambi i generi e riesce a riprodursi autonomamente.

Per evitare di ritrovarsi in problematiche legate alla legge, è molto importante conoscere la differenza tra la canapa sativa e una pianta che non è possibile detenere in Italia.

Una valutazione a vista è molto difficile, non tutti sono in grado di distinguere una cannabis legale di tipo light da una pianta che non è possibile coltivare perché considerata stupefacente.

In questo caso è importante procurarsi un test kit, degli strumenti che si possono acquistare anche presso i GrowShop che permettono di determinare la quantità di principio attivo contenuto nella pianta. In Italia, per legge, il THC non deve essere superiore allo 0,6%, in caso contrario, ci si può mettere in guai molto seri.

La canapa sativa presenta un valore di THC non superiore allo 0,2% e la legge italiana ne consente la coltivazione. Quando il valore è tra lo 0,2% e lo 0,6%, la legge italiana prevede che il coltivatore dimostri di avere utilizzato una pianta iscritta nel Catalogo Comune delle Varietà. Il consiglio è comunque quello di acquistare sementi italiane certificate con contenuto inferiore allo 0,2% in modo da non avere seccature.

I benefici della canapa sativa

La canapa sativa o cannabis legale ha molte proprietà benefiche, la pianta conta oltre 600 sostanze, 140 appartengono alla famiglia dei cannabinoidi, molecole che apportano molti vantaggi dal punto di vista muscolare, nervoso, gastrointestinale e immunitario.

All’interno della canapa sativa ci sono sostanza che si contrappongono ai vari THC che sono i responsabili degli effetti psicotropi tipici che si ritrovano nelle droghe, per cui si può dire che la cannabis light contrasta i famosi effetti negativi delle sostanze stupefacenti grazie ai CBD, trasformandole in sostanze utili anche a scopi alimentari e farmaceutici.

La canapa sativa, se presente nei pasti, migliora le funzionalità dell’organismo; in medicina è impiegata in diversi farmaci;  può produrre energia pulita e quindi essere impiegata anche nella bioedilizia. Inoltre, è fondamentale quando bisogna bonificare dei siti molto inquinati. L’elevata quantità di cannabinoidi presenti nella pianta hanno un effetto rilassante generale per il corpo e la mente, inoltre, ha anche proprietà anestetizzanti ed aiuta a lenire i dolori e a migliorare la qualità della vita in quelle persone che soffrono di dolori cronici di vario tipo.

La bassa percentuale di THC fa si che gli CBD prevalgono all’interno della pianta, trasformando questa marijuana in un prodotto biologico senza alcuna proprietà stupefacente o allucinogena.

La cannabis light viene venduta in confezione sigillate con delle apposite etichette che riportano la quantità di THC, in modo da non essere confusa con altri prodotti e non può essere paragonata a sostanze stupefacenti di alcun tipo.

 

{lang: 'it'}

 

Autore: admin

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, oppurre linka questo articolo dal tuo sito.

Vi preghiamo, solo commenti seri e puliti, NO spam, grazie!

 

Copyright © 2011/12 - Powered By Siti Web Lucca