< Come risparmiare sull'RC Auto. | Scrivi e Guadagna - Web Marketing News

Home » Auto e Moto

Come risparmiare sull’RC Auto.

12 aprile 2014Autore: admin 1.055 views Nessun commento

Spesso quando si compra un veicolo nuovo o ci si trova ad avere fra le mani la possibilità di spendere il giusto per essere coperti, la situazione sfugge dalle mani e si rischia di spendere più del dovuto per stipulare un RC Auto. La prima tappa che può esserci utile è quella di avere un carrozziere di fiducia, una persona che non guarda al cliente come la gallina dalle uova d’oro ma bensì che lo aiuti e lo assista, anche con comodi e pratici consigli nel momento in cui ne ha più bisogno.

Un esempio, può essere una piccola ma grande realtà, una carrozzeria nel canavese  convenzionata con tutti i nomi importanti nel mondo delle assicurazioni. E già questo è un primo passo fondamentale per andare sulla retta via.

Chi ha un’auto storica non lo sa forse ma ha una certa agevolazione, esistono infatti per questo tipo di veicolo tariffe agevolate a cui è possibile accedere tramite delle polizze particolari che tendono conto di numerosi elementi, fra cui il fatto che non viene usata quotidianamente come un qualsiasi altra auto.

Il risparmio può arrivare a portare le persone a spendere anche meno della metà di quello che spendono normalmente. Ovviamente ciò varia anche in base alla regione in cui ci si trova, il risparmio che ci può essere al Nord può arrivare a superare di poco i 100 euro all’anno, mentre per il Sud si arriva a superare anche i 600 euro all’anno proprio perché si paga gi di base una cifra diversa di solito.

Questa in genere porta l’esclusione del sistema bonus-malus che però porta ad avere altri sconti se si assicurano più di un veicolo storico che sia in possesso della stessa persona ovviamente. Esistono però in questo ambito due gruppi diversi da tenere in considerazione, ovvero quelli classici di Auto e moto storiche.

In questa circostanza è bene stabilire che i veicoli sono considerati storici solo se escono dal Pra ed entrano nei musei dove vengono mostrati puramente per il gusto dell’esposizione. Di fatto in quel caso l’ RC vale solo ed esclusivamente in caso di uscite per manifestazioni di auto storiche.

Quindi i danni che vengono coperti in questa circostanza solo se avvengono sulla strada per recarsi alla manifestazione in questione. In questo caso le varianti e le modalità sono da stabilire con l’assicurazione a cui facciamo capo e scoprire così come è giusto muoversi per la propria incolumità.

Poi ci sono i veicoli di interesse storico, si tratta di veicoli non antichi ma vecchi se così li possiamo definire, ovvero che abbiano compiuto almeno 20 anni. In questo caso bisogna iscriversi a determinati gruppi che ne qualificano l’età mediante carta d’identità storica. In questa circostanza, a differenza della precedente i veicolo sono liberi di circolare su strada quando e come vogliono semplicemente coperti da una determinata assicurazione che li porterà a pagare cifre molto più basse non dissimili dal caso precedente.

Anche in questa circostanza si può fare affidamento ad un consiglio di un buon carrozziere o di un’assicurazione che conosce i gruppi validi alla formulazione di questo documento. L’importante comunque prima di firmare qualsiasi RC Auto, verificare tutti i cavilli della stipula contrattuale.

{lang: 'it'}

 

Autore: admin

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, oppurre linka questo articolo dal tuo sito.

Vi preghiamo, solo commenti seri e puliti, NO spam, grazie!

 

Copyright © 2011/12 - Powered By Siti Web Lucca